HomeChi siamoServiziMonitoraggioDocumentiEnti di gestioneNewsLinkContatti

Interporto di Jesi

Info

Tipologia Interporto
Province interessate Ancona
Principali comuni attraversati
Origine
Termine
Descrizione

L’interporto delle Marche rientra nel più ampio progetto Piattaforma Logistica delle Marche che comprende oltre l’Interporto, il Porto e l’Aeroporto di Ancona. La realizzazione è iniziata nel settembre del 2002 ed è stato inaugurato nel 2009; i collegamenti con la SS 16 e l'autostrada A14 sull'asse Nord-Sud, la ferrovia Ancona-Roma e la SS 76 in direzione Est-Ovest, oltre alla prossimità al porto commerciale di Ancona e all'aeroporto di Ancona-Falconara, sono garanzia di centralità dell'interporto come snodo di sviluppo e di occupazione per l'economia umbra e marchigiana, costituendo un passaggio fondamentale per la razionalizzazione dei processi di raccolta e distribuzione delle merci dell'intero territorio. I lavori di collegamento a queste importanti arterie continuano, ma si sono già raggiunti importanti obiettivi, come il collegamento alla SS 76 nel 2010 e alla linea ferroviaria Orte – Falconara nel 2009.

Allo stato attuale è stata realizzata la che prevedeva la realizzazione del terminal ferroviario-container, dell’area ferro-gomma e del complesso di servizi essenziali (direzionali, di supporto all’autotrasporto e servizi alla persona), estesi su una superficie territoriale di circa 54 ha e con 47.200 mq di superfici coperte, inclusi gli edifici direzionali e 5.000 mq di depositi già realizzati.

La seconda fase prevede l’ampliamento definitivo della superficie a 101 ha, superficie totale messa a disposizione del Piano Regolatore del Comune di Jesi, e che l’Interporto di Marche S.p.a. potrà acquisire, cosi suddivisa:

•  piazzali e aree stradali (comprensivi di area ferro-gomma, aree per autotrasportatori e parcheggi, area gomma-gomma, depositi all’aperto e terminal ferroviario-container): 514.817 mq;
•   area a verde: 386.692 mq;
• superficie coperta (comprensiva di depositi ferro-gomma, depositi gomma-gomma, centro direzionale): 101.260 mq

Con l’acquisizione dei restanti 47 ha, la società proprietaria potrà realizzare, oltre i 5000 mq di magazzini già esistenti, altri 55.000 mq, 35.000 dei quali direttamente raccordati all’impianto ferroviario e relativi piazzali.

Nell’ipotesi d’ampliamento anche la realizzazione di un blocco ferro – gomma (inclusi circa 30.000 mq di superfici coperte, un fascio dedicato di binari di presa e consegna e piazzali di deposito all’aperto), e di un’area gomma-gomma destinata prevalentemente a corrieri e spedizionieri (20.000 mq coperti e 74.000 mq di aree per depositi all’aperto).

Ente di gestione INTERPORTO MARCHE S.P.A.

Caratteristiche tecniche

Principali operatori
Superficie (ha) 54
Numero binari 13
Piazzali container 89.900
Terminal intermodale 40.000
Presenza dogana
Superficie uffici (mq) 4.724
Servizi presenti Sono previsti una serie di servizi interni come:

-          servizi intermodali: trasporto combinato basato sull'attivazione di treni-blocco (con semirimorchi, casse mobili, container)

-          attività trasportistica di raccolta e distribuzione capillare sul territorio

-          attività di gestione magazzino conto terzi

-          gestione di magazzini specializzati (catena del freddo, merci pericolose, ecc.)

-          distribuzione camionistica a livello regionale e nazionale

-          lavorazioni accessorie

Altri servizi collegati sono:

-          dogane

-          rete informatica e telematica

-          guardianaggio e sistemi di sorveglianza

-          servizi accessori alle persone (mensa, banca, poste, albergo, ecc.)

-          servizi accessori ai mezzi (rifornimento carburante, manutenzione, ricambi, ecc.)

 


Anno di rilevazione
Fonte

scheda aggiornata al 30/11/2011

   stampa scheda

© 2018 | TRAIL MARCHE - Piattaforma Logistica Regionale | Informativa sui Cookie